Cerca nel blog

OPEN TO EVERYONE BUT...

1) Do not share links: from now, every link is tracked so if a link would be sharing, the IP address is shown by me and I will banned who share link.

2) Requests 5 links in one day if they are not shown here only to bootlegging.elvis@gmail.com

3) DO NOT ASK RELEASES IF THEY AREN'T IN MY BLOG.


sabato 17 gennaio 2015

BLACK ANGELS IN VEGAS



ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2009.
LABEL: Venus Productions (VP 2009-06).
AUDIO: *****
NOTE: ecco un gran bel prodotto che non può mancare nelle nostre collezioni !
Si tratta di un libro di 84 pagine del formato 17,5×14 cm che tratta l’anno 1974 ed è diviso in vari capitoli.
Si inizia con l’introduzione che parla degli avvenimenti in generale di quell’anno, poi si passa a che cosa accadde nel ’74 ad Elvis per poi, nel capitolo terzo, a parlare del Summer Festival che lo vide impegnato a Las Vegas. Il quinto capitolo affronta il concerto in questione (il midnight show di Las Vegas del 30 agosto 1974) per poi passare alla quinta parte che tratta il karate.
Chiudono il libro le date e i dettagli degli spettacoli di quell’anno con la tracklist dei due CD allegati. Sì, perchè ovviamente ci sono anche due CD…
Questo spettacolo aveva già visto la luce nel mondo dei bootlegs di Elvis nel 1997 ad opera della label “Rock Legends” nel 1997. Si trattava, anche in quel caso, di un doppio e la registrazione era soundboard.
Quelli della Venus ci offrono un suono meraviglioso ! Non so se ci hanno lavorato sopra (ma per me qualcosa ci hanno fatto) o se hanno trovato una fonte migliore… Fatto sta che abbiamo due CD davvero ottimi sotto questo punto di vista.
Passiamo al concerto.
C’è da premettere una cosa: a partire dalla seconda metà di questo 1974 Elvis cominciò ad avere dei problemi psico-fisici e parecchi spettacoli ne risentirono.
In questa fine d’agosto egli interagisce sempre più col pubblico con lunghi monologhi che affrontano soprattutto la sua grande passione del momento: il karate. Addirittura offrì diverse volte delle dimostrazioni sul palco, specialmente durante la canzone “If you talk in your sleep” che si prestava molto a questa disciplina, grazie al suo ritmo.
Il titolo di questa emissione proviene da un suo monolgo che parlava di “angeli neri”, cioè di sculture nel showroom dell’hotel.
Altre particolarità sono il soprannome che dà a J.D. Sumner definendolo “la gola più profonda dei cantanti”, un ironico rimprovero ad una spettatrice che gli aveva urlato “Elvie !” (“Elvie ? Dopo 20 anni vengo chiamato Elvie ?!”) e soprattutto lo scambio di battute prima di “An American trilogy”:
una fan urla: “Ti amo, Elvis !” e lui non fa in tempo a ringraziare che qualcuno urla: “Ti odio, Elvis !” e lui, senza scomporsi: “Fuck you !” ed attacca con la canzone…
Ma parliamo di musica !
La voce è molto buona e lo è anche l’umore (forse troppo…).
In questo periodo Elvis aveva introdotto in scaletta “It’s midnight”, davvero molto bella e piena di atmosfera che in questo caso precede una sempre grande “Big boss man”. Notevole anche, dal punto di vista dell’interazione col pubblico, “Fever”.
Da segnalare anche “Soflty, as I leave you”, una turbolenta “Suspicious minds” praticamente dedicata al figlio del dottor Nichopoulos, Dean; troviamo la dimostrazione di karate durante “If you talk in your sleep” alla quale segue un lungo monologo su questo sport e la presentazione del suo maestro Kang Rhee.
Molto bella “Help me” ma soprattutto “How great Thou art” che Elvis eseguiva sempre in modo impeccabile e con una passione incredibile.
Lo stesso pathos lo ascoltiamo anche in “You gave me a mountain” alla quale segue la classica “Can’t help falling in love” che chiude questo spettacolo.
Concludendo posso tranquillamente affermare che “Black angels in Vegas” è un prodotto eccellente: gran bel libro corredato da ottime foto e due CD di resa sonora perfetta che ci offrono un Elvis molto chiaccherone ma che quando canta, lo fa davvero molto ma molto bene.

CANZONI: Las Vegas. 30 agosto 1974. Midnight show.
CD 1.
Intro/See See Rider
Dialogue
I Got A Woman/Amen
Love Me
If You Love Me (Let Me Know)
It’s Midnight
Big Boss Man
Fever
All Shook Up
Softly As I Leave You
Hound Dog
An American Trilogy

Elvis introduces Dean Nichopoulos
Suspicious Minds

CD 2.
Band Introductions
Karate Monologue

If You Talk In Your Sleep
Karate Dialogue
Elvis Introduces Kang Rhee
Help Me
Let Me Be There
How Great Thour Art
Hawaiian Wedding Song
You Gave Me A Mountain
Can’t Helpf Falling In Love

Closing Vamp

Richiedere il link a...
Request link to...
bootlegging.elvis@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento