Cerca nel blog

OPEN TO EVERYONE BUT...


After some troubles,here I go again.

Be careful: every link is tracked so if someone share a link, a java script send me his IP address and I found the guilty...
Delete link after downloading. You can share but on your own account
Respect these rules or you will be BANNED FOREVER and your name and your mail address will be shown here.
SO...

1) Do not share links: from now, every link is tracked so if a link would be sharing, the IP address is shown by me and I will banned who share link.
2) Requests 5 links in one day if they are not shown here only to bootlegging.elvis@gmail.com
3) DO NOT ASK RELEASES IF THEY AREN'T IN MY BLOG. I AM NOT A JUKE-BOX.


Dopo parecchi problemi con i miei blogs, rieccomi qua.

Avevo messo privati i miei tre blogs ma le richieste erano tantissime: Blogger può avere solo 100 lettori di un blog settato come "privato" così ho deciso di rimettere pubblici tutti e tre i miei blogs ma...
Occhio a non fare i "furbi" perché i miei links, ora, saranno tracciabili. Se verranno inviati a loro volta (cioè "condivisi"), io riceverò un alert grazie ad uno stratagemma ideato da un amico ed io bannerò il MOTHERFUCKER scrivendo nome, cognome, indirizzo mail e suo indirizzo IP.Ora, a voi amici italiani, parlerò chiaro (e volgare), ma sono incazzatissimo:
che cazzo vuole di più la gente??? Io invio tutto il materiale del quale sono in possesso GRATIS, non ho mai chiesto nulla... E qualche stronzone non rispetta la semplice regola di non inviare il link??? Da notare che non ho mai vietato di condividere il materiale: se qualcun lo vuole a sua volta caricare sul proprio account, lo può fare, che me ne frega??? Voglio evitare di vedere sprecata una settimana di lavoro (un mese, a volte...) per colpa di uno stronzaccio. Ma da ora in poi non sarà più così.
Ringrazio tutti gli amici che mi hanno contattato e che mi regalano molto materiale. Ho conosciuto persone davvero favolose ma, purtroppo, in mezzo a 10 amici, c'è sempre il MOTHERFUCKER. Se questo invertebrato pensa di fermarmi, sbaglia di grosso: potrò incazzarmi e sospendere momentaneamente ma non abbandonerò mai i miei blogs su Elvis; Elvis è una delle cose che mi piacciono di più in questo pianeta e voglio aiutare chi riesco ad aiutare, come tanti altri hanno fatto con me.

domenica 6 settembre 2015

SONGS HOLLYWOOD FORGOT


ANNO DI PUBBLICAZIONE: 1979.
LABEL: nessuna indicazione. È riportata la sigla SHF.
NOTE: produzione americana. Questo LP è stato concepito sullo stile di “Eternal Elvis”: abbiamo varie dichiarazioni di personaggi famosi o legati ad Elvis stesso fra un brano e l’altro.
Da notare che “Swing down sweet chariot” è intitolata “Swing low sweet chariot”.

CANZONI:

LATO 1:
1. Glen Campbell racconta alcuni suoi ricordi su Elvis
2. Old Shep [versione alternativa. Take 5. Questa versione venne pubblicata dalla RCA inglese per errore nel 1957 all'interno del secondo LP di Elvis, “Elvis Presley No. 2”, HMV-CLP-1105]
3. Sammy Davis Jr. dichiara che Elvis per ciò che ha fatto e spiega il perché.
4. You Don’t Know Me [versione tratta dalla pellicola di "Clambake"]
5. I Jordanaires ricordano la bravura di Elvis mentre incideva.
6. Signs Of The Zodiac/Violet [tratte direttamente dalla pellicola del film "The trouble with girls (and how to get into it)"]
7. James Blackwood parla dell’influenza della musica Gospel sulle prime registrazioni di Elvis.
8. Swing down sweet chariot [versione tratta direttamente dalla pellicola del film "The trouble with girls (and how to get into it)"]
9. Ray Walker & Gordon Stoker esaminano le molte aree d’influenza dello stile musicale di Elvis.
10. The Lady Loves Me [duetto con Ann Margret tratto direttamente dalla pellicola di "Viva Las Vegas"]
11. Elvis parla durante la consegna del “JC Award”, 1971]
12. C’Mon Everybody [versione tratta direttamente dalla pellicola del film "Viva Las Vegas"]
13. Bob Neal, il primo manager di Elvis, racconta come lo conobbe e di come lo gestì.
14. Love me tender [versione tratta direttamente dalla pellicola dell'omonimo film. Si tratta della versione che il "fantasma" di Elvis canta nel finale, col testo diverso]
15. Mac Davis parla di Elvis.
16. Fabian parla dei suoi sentimenti su Elvis e di come sia tanto bravo da restare al vertice.
17. Dainty Little Moonbeams [versione tratta direttamente dalla pellicola del film "Girls! Girls! Girls!"]

LATO 2:
1. Elvis, Scotty Moore, Bill Black & Bob Neal parlano del loro tour a Texarcana.
2. Fame And Fortune [tratta dallo spettacolo "Frank Sinatra Timex Special-Welcome home Elvis", Miami, 26 marzo 1960]
3. Stuck On You [tratta dallo spettacolo "Frank Sinatra Timex Special-Welcome home Elvis", Miami, 26 marzo 1960]
4. Wolfman Jack parla dei suoi ricordi di Elvis.
5. The Next Step Is Love [versione tratta direttamente dalla pellicola di "That's the way it is". Prova del 14 luglio 1970 a Culver City]
6. Carl Perkins spiega perchè gli artisti contemporanei debbano ringraziare Elvis.
7. The Truth About Me [Elvis parla della sua vita in un'intervista del 1956 rispondendo anche ad alcuni pettegolezzi su di lui]
8. Diane McBain & Deborah Walley rivelano che cosa si prova a lavorare con Elvis.
9. Gene Nelson parla dell’abilità di Elvis come attore e della sua professionalità.
10. One Broken Heart For Sale [versione tratta direttamente dalla pellicola del film "It happened at the World's Fair"]
11. James Brown dichiara il suo amore per Elvis.
12. Jambalaya [dal vivo. Dovrebbe trattarsi della versione di Lake Charles del 4 maggio 1975]
13. Floyd Cramer descrive com’è una seduta di registrazione con Elvis.
14. It Hurts Me [versione nella quale possiamo sentire solo Elvis ed il pianoforte di Floyd Cramer. Si tratta del 45 giri italiano del 1964 nel quale la RCA compì un errore tecnico escludendo i Jordanaires nella fase di riversamento del brano su vinile]
15. David Cramer & Jody Miller parlano dei loro ricordi di Elvis.
16. Debbie Mann, attrice che ecitò in sei film con Elvis, lo paragona ad altri artisti hollywoodiani.
17. Party [versione tratta direttamente dalla pellicola di "Loving you"]
18. Husky Dusty Day [tratta direttamente dalla pellicola di "Wild in the country"]
19. Bones Howe, produttore del “TV Special” del 1968, parla di Elvis.
20. If I Can Dream [27 giugno 1968. Burbank]
21. Elvis ci saluta. Segue una breve versione di “I’ll be home for Christmas”



Richiedere il link a...
Request link to...
bootlegging.elvis@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento