Cerca nel blog

OPEN TO EVERYONE BUT...


After some troubles,here I go again.

Be careful: every link is tracked so if someone share a link, a java script send me his IP address and I found the guilty...
Delete link after downloading. You can share but on your own account
Respect these rules or you will be BANNED FOREVER and your name and your mail address will be shown here.
SO...

1) Do not share links: from now, every link is tracked so if a link would be sharing, the IP address is shown by me and I will banned who share link.
2) Requests 5 links in one day if they are not shown here only to bootlegging.elvis@gmail.com
3) DO NOT ASK RELEASES IF THEY AREN'T IN MY BLOG. I AM NOT A JUKE-BOX.


Dopo parecchi problemi con i miei blogs, rieccomi qua.

Avevo messo privati i miei tre blogs ma le richieste erano tantissime: Blogger può avere solo 100 lettori di un blog settato come "privato" così ho deciso di rimettere pubblici tutti e tre i miei blogs ma...
Occhio a non fare i "furbi" perché i miei links, ora, saranno tracciabili. Se verranno inviati a loro volta (cioè "condivisi"), io riceverò un alert grazie ad uno stratagemma ideato da un amico ed io bannerò il MOTHERFUCKER scrivendo nome, cognome, indirizzo mail e suo indirizzo IP.Ora, a voi amici italiani, parlerò chiaro (e volgare), ma sono incazzatissimo:
che cazzo vuole di più la gente??? Io invio tutto il materiale del quale sono in possesso GRATIS, non ho mai chiesto nulla... E qualche stronzone non rispetta la semplice regola di non inviare il link??? Da notare che non ho mai vietato di condividere il materiale: se qualcun lo vuole a sua volta caricare sul proprio account, lo può fare, che me ne frega??? Voglio evitare di vedere sprecata una settimana di lavoro (un mese, a volte...) per colpa di uno stronzaccio. Ma da ora in poi non sarà più così.
Ringrazio tutti gli amici che mi hanno contattato e che mi regalano molto materiale. Ho conosciuto persone davvero favolose ma, purtroppo, in mezzo a 10 amici, c'è sempre il MOTHERFUCKER. Se questo invertebrato pensa di fermarmi, sbaglia di grosso: potrò incazzarmi e sospendere momentaneamente ma non abbandonerò mai i miei blogs su Elvis; Elvis è una delle cose che mi piacciono di più in questo pianeta e voglio aiutare chi riesco ad aiutare, come tanti altri hanno fatto con me.

mercoledì 6 aprile 2016

RIOT IN CHARLOTTE


ANNO DI PUBBLICAZIONE: 1993.
LABEL: Chips (1502).
NOTE: ottimo spettacolo con Elvis allegro ed in buona forma, registrato fra il pubblico anche se di buona resa audio.
La scaletta è davvero varia con una rarissima esecuzione dal vivo di “Moddy blue” (il giorno prima era stata cantata ma solo parzialmente e questa del 21 febbraio è l’unica versione intera del brano che Elvis cantò live di questa canzone).
Un altro pezzo insolito e notevole è “Reconsider baby”.
Tre di queste canzoni saranno poi emesse dalla FTD in “Unchained melody“ (“Why me, Lord?”, “Reconsider baby” e “Moody blue”).
Tredici brani saranno emessi nel 1995 dalla “Fort Baxter” all’interno del CD bootleg “Moody Blue & Other Great Performances” in resa soundboard.
La prima parte di questo concerto (fino a “My way”) venne pubblicata su 33 giri dalla label pirata “Presleyana Production” nel 1987 all’interno di “My way-The live concert series, vol. 1“.

CANZONI: dal vivo a Charlotte, North Carolina. 21 febbraio 1977. Ore 20,30.
2001 theme/See See Rider
I Got A Woman/Amen
Are You Lonesome Tonight ?
Reconsider Baby
That’s All Right (mama)
Love Me
Moody Blue
You Gave Me A Mountain
Jailhouse Rock

O Sole Mio/It’s Now Or Never
Little Sister
Teddy Bear/Don’t Be Cruel
My Way
Release Me (and let me love again)

Band Introductions
Early Morning Rain
What’d I Say
Johnny B. Goode

James Burton 2nd Solo
Drum/Bass/Piano/Electric Piano Soloes

Love Letters
School Days
Hurt
Why Me, Lord ?
Can’t Help Falling In love

Closing Vamp


Richiedere il link a...
Request link to...
bootlegging.elvis@gmail.com

2 commenti:

  1. Elvis sure sounded great during this tour
    Yes it was his final year but observing and hearing many shows such as this - I kinda see the routine and stress he was under cross crossing the USA performing day after day

    Vegas And Lake Tahoe finished for him a few months earlier and he was under do much pressure from his manager and management to accomplish many concerts

    He should have rested during this period of his life but didn't
    I'm so sorry to say and think that he burnt himself out

    His voice and legend will never die
    Long Live The King

    Ty Marco in sharing this with me and all fans here

    This is a good show

    RispondiElimina
  2. Grazie molto Marco. Your work is precious and appreciated. Thanks to Ronny2013 with historical precisions.

    RispondiElimina